mercoledì 5 giugno 2024

Lumaconi ripieni al forno

Di solito, a parte gli spaghetti, non cucino quasi mai pasta comprata, ma ho un debole per i formati speciali: mi sono perciò cimentata nella preparazione dei lumaconi, (possono essere anche conchiglioni) al forno. Con un pacchetto di pasta sono riuscita a preparare tre tegliette di cm 24x19 distribuendo in misura uguale la quantità della pasta. La mia preparazione è molto semplice, con normale ragù di carne e besciamella, ma il risultato è stato soddisfacente.


Ingredienti per una teglietta:
 
Un terzo di sacchetto di pasta da mezzo chilo
circa 400 g di buon ragù di carni miste e salsiccia, abbastanza lento
una besciamella preparata con 200 ml di latte, 30 g di burro, 17 g di farina sale e noce moscata.
Parmigiano-Reggiano

Iniziare preparando il ragù e poi la besciamella. Quando questi sono ormai pronti, lessare in acqua salata, lasciandola ben al dente, la pasta e metterla ad asciugare capovolta su di un canovaccio per far sì che si sgrondi bene dall'acqua di cottura. Grattugiare il Parmigiano. Quando tutti gli ingredienti sono pronti, imburrare leggermente il fondo della teglia, che possa andare in forno ed in tavola, coprire con poca besciamella e poi con l'aiuto di un cucchiaino riempire uno ad uno i lumaconi e distribuirli in un solo strato sul fondo della teglia. Ricoprire di besciamella e per finire una generosa spolverata di Parmigiano. Infornare a 180° fino a gratinatura. Lasciare riposare un poco e poi portare in tavola e gustare con un buon bicchiere di Lambrusco.







mercoledì 22 maggio 2024

Il "ciambisulan"

E' un intreccio tra la ciambella ed il nostro "bisulan", tipico dolce delle nostre parti. Non mi è mai piaciuto preparare la ciambella, troppo morbida e poco consistente, al contrario del "bisulan tradizionale" consistente e forse anche un po' troppo asciutto. La ciambella si prepara montando il burro con lo zucchero per renderla friabile, farina, magari un po' di fecola, e poi latte. L'uso del latte tra gli ingredienti non mi ha mai soddisfatto, ho pensato allora di unire la lavorazione della ciambella ed usare gli ingredienti del "bisulan", magari aggiungendo un po' di fecola per dare morbidezza e niente latte. Sono molto contenta del risultato, friabile e allo stesso tempo consistente al punto giusto.


Ingredienti:

300g. di farina non troppo raffinata e molto debole (da un po' di tempo uso la farina della ditta Biofan, veramente ottima)
100g. di fecola di patate
180g. di zucchero (ormai uso solo quello di barbabietola grezzo)
180g. di burro morbido e di ottima qualità
una bustina di lievito adatta a far lievitare un impasto di circa 800g. (leggendo sul retro della bustina ci sono le indicazione necessarie)
tre uova
un pizzico di sale marino fino


Preparazione:
 

Montare ben bene il burro con lo zucchero fino ad avere una crema soffice; unire le uova e mescolando bene ed a lungo, si otterrà un composto ben montato. Aggiungere in un sol colpo le farine ed il lievito. Lavorare quel tanto che basta per ottenere un impasto ben amalgamato, morbido ma sostenuto. Imburrare uno stampo a ciambella col bordo apribile di circa 23/24 cm di diametro. Versarvi l'impasto in modo uniforme ed infornare a 180° per 35/40 minuti a seconda del forno che si possiede. Fare la prova stecchino o inserire la sonda del termometro elettronico che deve segnare 96/97°. Spegnere il forno e lasciare riposare a forno spento qualche minuto. Sfornare e lasciare intiepidire, poi sformare su di una gratella. Una volta freddo porre in un contenitore per torte evitando così che si asciughi troppo e gustare, ma lasciato riposare per mezza giornata è ancora più buono.



 
 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...