Pagine

domenica 10 giugno 2018

Biscottini al limone

E' qualche mese che non scrivo, ma la primavera è piena di lavori e di impegni che non lasciano scampo, cercherò di recuperare. Intanto eccomi con questi biscottini facili veloci, ottimi per il tè, che si possono rendere più golosi farcendoli di crema. Possono essere gustati anche dalle persone celiache perché senza glutine.

Ingredienti

150 g. di farina di riso
  25 g. di amido di riso
  60 g. di zucchero semolato
 125 g. di burro di qualità morbido
  40 g. di albume d'uovo
  la buccia grattugiata di un grosso limone
  un pizzico di sale fino

In una terrina versare la farina, l'amido, lo zucchero, il sale e inserire il burro a pezzetti. Lavorare con la punta delle dita fino ad avere un briciolame. Aggiungere l'albume ed impastare velocemente per ottenere un impasto omogeneo. Porre in frigorifero chiuso in un contenitore per mezza giornata. Riprendere l'impasto e dopo che sarà tornato a temperatura ambiente, lavorarlo un po' per renderlo malleabile e stenderlo allo spessore di 3/4 millimetri. Usando uno stampo da biscotti a piacere, ricavarne i biscotti che, bene accomodati sulla teglia, andranno tenuti in frigorifero prima della cottura per circa un'oretta. Prima di infornare pennellarli con poco latte freddo, cuocerli a 180/190°per 10/15 minuti, fino a quando la superficie comincerà a colorirsi. Sono già gustosi così, ma se si vogliono trasformare in "quasi pasticcini", basta farcirli con una crema al burro facilissima.
Descrizione: https://ssl.gstatic.com/ui/v1/icons/mail/images/cleardot.gif
Occorrente:
3 tuorli di uovo sodo passati al setaccio
125g. di burro a pomata
100g. di zucchero a velo
la buccia grattuggiata di un limone
Con un cucchiaio di legno lavorare bene il burro fino a renderlo una crema soffice, aggiungere lo zucchero continuando a mescolare ed infine i tuorli un poco per volta. Amalgamare ben bene e la crema è pronta per essere usata. Questa crema al burro serve anche per farcire torte soffici o di pasta sfoglia. Queste dosi sono un po' abbondanti, quindi col rimanente ci si può sbizzarrire.






lunedì 26 febbraio 2018

Tortellini fritti di mia madre




Il carnevale è appena passato, ma non posso non ricordare i tortellini fritti che mia madre preparava usando lo stesso impasto per preparare le "lattughe". Non so se lo facesse perché stanca dopo tanta frittura di lattughe o perché voleva farci assaggiare anche qualcosa di diverso. So solo che l'ultima parte dell'impasto lo stendeva lasciandolo un po' più spesso, lo farciva con una confettura un po' aspra ( la migliore è quella di amarene ) e poi lo friggeva. Così buoni, ma così buoni che io non vedevo l'ora che arrivasse il momento della loro preparazione.
Ingredienti:
Lo stesso impasto della ricetta  "noi le chiamiamo lattughe" dimezzando le dosi
confettura di amarene o albicocche
strutto per friggere
Come già detto sopra, si stende la pasta, dopo il dovuto riposo, non troppo sottile perché possa sopportare il ripieno senza rompersi.
Si farcisce con la confettura, con la rotella si tagliano i tortellini e si friggono in abbondante strutto precedentemente portato a temperatura. La temperatura non deve essere eccessiva in modo che la pasta si gonfi e cuocia anche all'interno . Col mestolo forato si girano perché possano colorire uniformemente. Una volta dorati si scolano su carta assorbente ed una volta freddi si cospargono di zucchero a velo. Quando li preparava mia madre non si usava lo zucchero a velo, ma quel leggero scricchiolio dello zucchero semolato sotto i denti forse era ancora meglio.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...